mercoledì 16 luglio 2008

Old-fashioned fascism will take it away...

[The Beautiful People - Marilyn Manson]

Doppia manifestazione di ignoranza


e se non sa scrivere in italiano




figuriamoci in tedesco


Piccolo nazistello sfigato..

sabato 23 febbraio 2008

She's in fashion

[She's in fashion - Suede]

Durante una pausa* non si sa mai che leggere, così io pesco dalla pila di riviste capitate per caso (leggasi: qualcuno le ha messe li inconsciamente ma provvidenzialmente) sopra il mobiletto per le scope. Dato che mi son già letto tutto il catalogo Intracom 2007 e 2008 e ne ho un po' a basta di router wireless e interfacce Scsi, oggi ho messo mano ad una pubblicazione (fortunatamente gratuita) chiamata Brianza Business. Sottotitolo: la rivista del cumenda di periferia.

Dovete sapere che queste simpatiche riviste vengono solitamente recapitate gratuitamente e senza impegno, specie senza alcun interesse di chi le riceve, direttamente nella casella di posta delle attività Brianzole. Vantano centinaia di migliaia di inconsapevoli lettori e fan girare il mercato del lavoro (ovvero danno qualcosa da smaltire agli spazzini).

Copertina azzurra con immagine Brianzolica, promette d'essere interessante. Qua e la sponsor di macchinoni rigorosamente al di sopra dei 150 cavalli, grigiometallizzato, e parcheggiati in luoghi dove il traffico non esiste (e che quindi non esistono in Brianza). Oppure manifestazioni culturali interessantissime in superville a Casadeldiavolo B.za o complementi d'arredo assurdi ma assolutamente di design che stanno bene solo nei posti dove li fotografano. Di solito accanto a un macchinone metallizzato eccetera..

Si apre con editoriale di un supermegapresidente di non ricordo cosa sulle sue vacanze sulle Dolomiti durante le quali ha avuto modo di pensare alla situazione Brianzola, come a dire "anche in vacanza con la mia famiglia mi preoccupo della nostra futura provincia", che a me sa tanto di "non ho una vera vita, solo un lavoro che mi ha fagocitato e due sconosciute che mi trascinano sui monti a perder tempo".

Controeditoriale intitolato niente meno che "L'orgoglio di essere Brianzoli". Ho sfogliato due pagine e la sboronaggine ha già saturato la stanza, ma proseguo la lettura. Lettura.. più che altro sfoglio le pagine.. chi ha voglia di leggersi tutto 'sto spataffione di parole altisonanti, di grafici in salita, di fatturati, percentuali... mi basta vedere le facce distratte dei soliti tre in giacca e cravatta presidenti di non so cosa, spesso mascherati da una bottiglietta di minerale naturale per non fargli fare rutti mentre tengono la loro noiosissima conferenza su yaaaawn.... fa venir sonno solo a guardarli.

Scivolo sull'articolo che parla dell'onnipresente strapotere cinese, sorvolo sull'articolo consumistico e approdo alla zona più disimpegnata: Arte e cultura. Ovvero marchettona all'imprenditore del mese che da anni lavora come un certosino ai suoi mobili antichi, che fanno a cazzoti con i pezzi di design degli sponsor ma costano uguale.
Articolone per la rubrica "Stili di vita" sull'importanza che ha avere al polso un orologio da 4Kg con un quadrante del diametro di un CD, cassa in tugsteno inox spesso come le padelle di Mastrota, cinturino in pelle di stegosauro. Che gli altri sappiano che tu sei un vero imprenditore di successo!

Per la rubrica Motori potevano mai recensire una volgare Ford Fiesta, o una terribile Renault Clio? No, e infatti gloria e tripudio al** Jaguar di ultima generazione. Elegante e confortevole come un salotto, a patto che il vostro divano riesca a sprigionare 207 cavalli e consumi come il Titanic.

Chiude lista degli iscritti all'albo dei Dottori Commercialisti, che sa di loggia di Coloro-Che-Contano, e sponsor su Maserati con prestazioni pari al Columbia.

Pausa finita, torno a lavorare. Io che lo faccio sul serio.


* se ve lo stavate chiedendo: sì, anche i programmatori la fanno. Se non ve lo stavate chiedendo ne avete la conferma.

** secondo una validissima teoria della mia geniale ragazza, l'uomo passa dall'obiettività all'intamarramento automobilistico e alla venerazione del veicolo quando inizia a utilizzare l'articolo maschile per indicare un automobile. Quindi un uomo normale dice "ho visto passare la Fiat Punto", il tamarro dice "hovvisto IL Subbaru Impreza". Il Cumenda è tipico usare espressioni tipo "ho comprato alla Titti IL Porsche Cayenne"

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...